mercoledì 19 dicembre 2012

Il cigno rosso invitato al Guidi in Tour...

Il “Guidi in Tour” fa tappa a San Giovanni Teatino, nello showroom Montaliani per l’evento “Moda e Cultura”

“La disabilità si può indossare. Se paragonata a un vestito, a volte può soffocare, altre invece sembra talmente cucita addosso da calzare perfettamente”.
Sceglie il paragone con un capo d’abbigliamento Antonio Guidi, parlamentare ed ex Ministro, per parlare del suo ultimo libro “Con gli occhi di un burattino di legno” edito da Rubettino. Particolare l’ambientazione scelta per l’evento “Moda e cultura”: lo showroom dell’azienda Montaliani, a Dragonara di San Giovanni teatino, specializzata in camicie su misura e abbigliamento maschile.
Il Ministro Guidi ha ripercorso nel sui libro 50 anni di vita, che coincidono anche con mezzo secolo di storia italiana, dal fermento giovanile fino all’impegno politico, con i ruoli di Governo, Ministro della Famiglia e Sottosegretario alla Salute. “Ma il ruolo che mi ha dato maggiore soddisfazione, ha detto Guidi, è quello di medico, neuropsichiatra infantile. Una professione, ha ricordato, che mi ha permesso di aiutare tantissimi ragazzi”, non senza difficoltà, soprattutto all’inizio della carriera; “se non sei buono per te, come puoi aiutare gli altri”, mi dicevano. “Ma io, nato morto – ha detto Guidi ricordando il primo capitolo del libro – ho sempre amato le sfide, ho imparato non solo a camminare, ma anche a ballare.
Antonio Guidi è stato accolto nello showroom di Montaliani dai Sindaci di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci, e Ripa Teatina, Ignazio Rucci. Presenti inoltre gli assessori di San Giovanni Teatino Alessia Chiacchiaretta, Federico di Palma e Paolo Cacciagrano. Presente anche il Presidente Regionale della Cna, Italo Lupo.
Una domenica pomeriggio tra Moda e Cultura cominciata con le interpretazioni poetiche di Federica Ferretti e di Dante Quaglietta, il quale ha anche approfondito il rapporto che D’Annunzio aveva con la moda, vista con un’ottica moderna un secolo fa e adesso ancora attuale.





 È intervenuto anche Alessio Romano, animatore culturale per conto del Comune di Montesilvano e organizzatore di numerose manifestazioni letterarie, tra cui “Book on the beach”, “Montesilvano Scrive” ed “Una storia di Natale”.
Guidi ha inoltre presenziato alla riunione del Gmed, la Consulta dei Giovani del Mediterraneo, iniziativa di cui l’ex Ministro è “padrino” e che porterà ad ottobre 2013 alla costituzione del Parlamento dei Giovani del Mediterraneo che si riunirà in Abruzzo, a Chieti, in occasione dell’ 8° Meeting del Mediterraneo.









 dall'articolo di Giornalismo Oggi.

La storia d’amore? Si legge on line

La storia d’amore? Si legge on line
Un grazie di vero cuore a Ester Palma per la sua predilezione per la mia scrittura...F.F.

Pensieri d'amore distratto.

Eravamo due sconosciuti, sul bordo di un fiume
che si guardavano l'un l'altra senza colpo ferire.
Eravamo due sconosciuti sul medesimo bordo del fiume
di una coscienza semiaddormentata
nel tripudio della festa circostante.
Eravamo io e te ,
che non ci eravamo ancora amati,
che non ci ervamo ancora riscoperti
l'uno delle le pieghe dell'anima
così stropicciata, dell'altra.
Eravamo.
Ed ora siamo
io e te, che ci guardiamo ancora da lontano.
Ma io incomincio ad amarti nello stesso disperato modo.
Nella manierea di giorni che io ti dedico
come tu mi hai dedicato,
pregando che ti rivolgessi lo sguardo,
tra il gorgoglio del fiume che non è più lo stesso,
da quando ha visto scorrere la nostra storia.

F.F.

martedì 18 dicembre 2012

Non chiedermi niente.
Nè dove
nè come
nè quando.
Non ci siamo mai persi di vista,
seppure non mi sia voltata a salutarti
per un'ultima volta.
Non me ne sono mai andata defintivamente.
Allora, ti è solo sembrato di rimanere
più a lungo del previsto a vedermi scomparire all'orizzonte.

Siamo sempre stati qui, invece,
dentro a parole rigonfie
del nostro amore insaziabile...
F.F.

domenica 2 dicembre 2012

...se io fossi certa che non soffriresti di più, al mio fianco, riparandoti dentro al mio corpo, ti accoglierei all'istante, chiedendo perdono al tempo che abbiamo sottratto alle nostre carezze... Ti accoglierei ancora e ancora e poi di nuovo, con ogni tempo che diventerebbe il nostro tempo... Perché lasciarti andare in mezzo al cielo d'inverno, e 'il peggior dolore... Mentre il tuo sguardo non si rasserena e ti sento morire lo stesso di freddo e di amore... Cosa vuoi che faccia per alleviare il nostro unico amore...F.F.

mercoledì 28 novembre 2012

La mia promozione su...


La vita e la morte che si lambiscono. 
Perchè quando ami e non puoi possedere, ti pare di morire...
La luna scricchiola continua ad essere segnalata sulle più prestigiose riviste:


  

Un grande onore 
perchè l'amore è amore, 
anche se vive sopseso tra cielo e terra... 
e nessuno può sminuirne la più intima essenza..
Nessuno.
F.F.

martedì 27 novembre 2012

La Solidarietà delle Donne di Vera Cultura...




Ed eccola, l'emozione che aspettavo di condividere con voi..... raccogliere la testimonianza di una vera donna di conscenza che, come me ama il giornalismo, fino a farne la sua professione. Vi presento la giornalista Rai de La vita in Diretta Laura ZG Costantini carissima collega, che io ringrazio a mia volta...F.F.

http://www.fanpage.it/in-diretta-per-noi-la-vita-di-laura-costantini/


sabato 24 novembre 2012

Anche "A Mezz'aria" segnalato dalla Rai...

Un'altra fantastica notizia, amici, il regista Rocco Cosentino ha scelto il soggetto per il corto metraggio: è
A Mezz'aria, che potrete apprezzare sul  ilcorrieredabruzzo.it.

Una  lettera d'amore per la vita, quella che si afferra  a mezz'aria...

Già segnalato dalla  Giornalista professionista presso la redazione di Inviato Speciale, il rotocalco del Giornale Radio Rai,  Rita Rocca sulla sua pagina FB, Semi di Zucco, che ha descritto così l'autrice:
Federica Ferretti è una giovane artista. Ha inventato il romanzo on-line, la nuova frontiera della letteratura digitale. Nasce a Teramo, 35 anni fa, orgogliosamente abruzzese: ama la contaminazione tra i linguaggi grafico-pittorico e musicale, per scoprire le mille sfaccettature della vita. Laureata in Discipline Musicali e in Scienze Politiche sull'argomento. Pittrice di talento, scrive il romanzo epistolare "Il canto del cigno rosso" , Rupe Mutevole Edizioni, presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino nel maggio 2011, con grande successo di critica e pubblico. Promuove nuovi talenti letterari. Il "Portale delle donne" ha annoverato Federica Ferretti tra le migliori donne della cultura italiana.

martedì 20 novembre 2012

La Luna scricchiola tenuta a battesimo da MG Farina.

E con grande onore che vi segnalo questo importantissimo evento.
Il 26 Novembre, uscirà l'ultimo numero per il 2012 della famosa rivista" L' Accento di Socrate", http://www.laccentodisocrate.it/, su cui la signora MG Farina presenterà il mio ultimo libro, pubblicato con il mio editore di fiducia Rupe Mutevole: La Luna Scricchiola.

Venite a leggermi...F.F.


venerdì 16 novembre 2012

giovedì 8 novembre 2012

La Luna Scricchiola sta arrivando....

In una serata di fine agosto, Alberta si ferma ad ascoltare lo scricchiolio della luna mentre un sentimento “virtuale”attecchisce nella sua anima, per sostituire presto, troppo, i suoi affetti “reali”.
Da allora, e sembrerebbe per sempre, rimane invischiata in una storia di“quotidiana follia”.
Parafrasi di un’esistenza parallela, paradossale, essenzialmente notturna, la quale, suo    malgrado, finisce con il brillare di luce riflessa per intrinseca natura.
Quando si apre quella finestra della sua chat, lei smette all’improvviso di dare tutto per scontato, ricercare, a tutti i costi, la normalità di ogni giorno, perché disinnesca lo stato di semi-quiescenza, di muta, in cui era precipitata nonostante fosse una neo-moglie “ felice”.
Comprende di colpo si essere una larva che, piuttosto, avrebbe voluto imparare a volare ma, nel frattempo, avrebbe dovuto rinchiudersi nel suo bozzolo, trasformarsi in una crisalide.
Il romanzo, allora, combacia con il lungo monologo della donna-farfalla, per costituire una introspezione purissima, la sua come di altre mille anime femminili...
Alberta si materializza in pensieri lineari, scarni, i quali si rincorrono in speciali micro-capitoli, il cui titolo ne riassume il senso e diventa il simbolo della precarietà di ciascun  momento; della fragilità degli umori di giornate interminabili...
Una storia di incomunicabilità in un mondo inflazionato da  pseudo – media; un appello a recuperare la concretezza dei giorni, a rincominciare a guardarsi attorno, per poter infine scoprire che la Luna può decidere di venirci a trovare di nuovo sulla Terra, anche se sotto delle mentite spoglie, un  falso nome.

Con la copertina di Vincenzo Conciatori.

Ecco quindi un piccolo estratto della mia attività:
Federica Ferretti

Federica Ferretti nasce a Teramo, 35 anni fa, orgogliosamente abruzzese: ama la contaminazione tra i linguaggi grafico-pittorico e musicale, per scoprire le mille sfaccettature della vita. Laureata in Discipline Musicali con la tesi “La sfida musicale nel contesto pubblicitario, metafora di un’era” e in Scienze Politiche sull’argomento: “La metafora politica del linguaggio musicale nella produzione cinematografica dal 1950 ad oggi”, con 110/110 e lode. Pittrice di talento, scrive il romanzo epistolare "Il canto del cigno rosso" , Rupe Mutevole Edizioni, presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino nel maggio 2011, con grande successo di critica e pubblico. Promotore di Nuovi Talenti Letterari nella veste di Responsabile di Echi da Internet, per cui ottiene una segnalazione sul settimanale “Donna Moderna” nell’aprile 2011. Attualmente impegnata nella collaborazione con il regista Rocco Cosentino per la stesura di un soggetto cinematografico da ambientare in Abruzzo ed in Veneto. Annoverata sul "Portale delle donne" tra le migliori donne della cultura italiana. Ha inventato il romanzo on-line, la nuova frontiera della letteratura digitale.
Ha appena presentato a Milano Book Fair 2012, il libro Sinfonia delle tre stelle, scritto con le conterrane Patrizia  Di Donato ed Azzura Marcozzi.
Presenterà a Roma, nell'ambito di Più Libri più Liberi la sua a ultima creatura: La luna scricchiola  dal 6 a l 9 Dicembre.
Il suo editore di fiducia è Rupe Mutevole, in provincia di Parma.

Emozioni Milanesi...

Eccovi alcune delle emozioni che mi stanno più a cuore...  
indelebili  ricordi  dei  giorni milanesi...
                                


mercoledì 10 ottobre 2012

La nuova presentazione a Milano: è realtà...


 L'evento che aspettavamo...

Milano non sarà più la stessa dopo essere stata illuminata dalle Tre Stelle D'Abruzzo...

domenica 7 ottobre 2012

L'incontro, con musica di R.B e le Opere Della Luce di Davide Foschi



L'incontro, tratto da Il canto del Cigno Rosso, Rupe Mutevole Edizioni,
con Neve di Roberto Beldomenico e le Opere della Luce di Davide Foschi...

Grandi artisti per parole d'amore incommensurabile...F.F.

giovedì 27 settembre 2012

..vattene... è questo che vuoi, no?..che ti cacci dalla mia vita, e poi che tu possa grogiolarti nell'accusa che io mi sia arresa......beh, ti sto espellendo, come il peggiore dei cancri, come si dovrebbe con una gamba in decomposizione, come si dovrebbe con un amore infinitamente smisurato, ma che non ci ricambierà mai... e allora abbandonami alla mia vita, la mia soltanto... lascia che altri godano di me, che prima o poi imparino a fare l'amore anche con la mia anima. Vattene ora, o resta. Per sempre. F.F.

martedì 25 settembre 2012

Potrete finalmente reperirmi anche qui, all'interno del grande circuito delle Librerie Coop.


Cari Lettori, siamo lieti di informarvi che da oggi, è possibile ordinare i libri di tutto il nostro catalogo anche presso la 




Libreria Coop - Centro d'Abruzzo
 via Po 1
66020 loc Sambuceto - San Giovanni Teatino (Ch)
 085 4406435  fax 085 4463248
libreria.pescara@librerie.coop.it

mercoledì 19 settembre 2012

Mi hanno tradotta in Argentina...

Stupenda comunicazione di servizio: voglio ringraziare con tutto il mio cuore una cara ammiratrice per questa traduzione spagnola del mio ultimo romanzo on-line:
 http://www.ilcorrieredabruzzo.it/cultura/25229-il-colore-della-tua-voce.html
Sto piangendo di gioia..perchè l'amore, quello vero, non ha davvero confini....F.F.



"Sin saberlo, se reunió a principios de julio.
De repente se descubrió entre la multitud gritando.
Entre esta multitud, sentí que su voz, el encanto de un

a voz que creyó reconocer, como si, como siempre, perteneció en las noches de invierno, oscura y desesperada.
Tal vez era realmente así.
Las almas ya han amado desde lejos antes que nosotros, simples mortales, como la conocemos.
Se puso de pie por unos minutos para examinar en silencio, entonces, tomó su valor en dos manos, y se alejó.
Él tentó suerte, hasta que lo encuentres.
Y su voz no tiene fin para hacerle compañía ... de noche, de día, estaba atrapado en el medio del corazón, incluso antes de que pudiera darse la mano y murmuró tímidamente: Nos conocimos en una tarde de julio ... incluso si todavía no lo sé ... Reconozco tu voz en todo lo que la gente se volvió loca ... su voz es una mezcla de alegría y las lágrimas de la hierba fragante que da suave para cortar, amapolas rojas brillantes que permanecer de pie orgulloso al lado de la tormenta del mar lleno de adorar a la mujer delante de el rosario.
Su voz es el verdugo que escapó de la muerte, está en el límite de columnas ordenadas, es el chisporroteo tranquilidad del claustro, que se sumerge en la blancura de una noche de verano, de empezar y el abismo es esperanza futura desesperada.
Su voz es como yo en tonos celestes, pero no con mi s'intonerà en esta tierra.
Su voz, oigo a la distancia, pero no lo poseen.
Tu voz, tu voz de nuevo a su alma cada noche, sin haber satisfecho mi fuente inocente ...
Soñó que decirte todo esto y mucho más, mientras que él buscó para cada calle, como él se imaginaba sus sonrisas en las sonrisas de todos los hombres, y concebido como justo a caminar lado a lado, como se reflejó en una nueva ventana, pero a su lado sosteniendo sólo un sueño.
Y entonces, un día, un hombre le sonrió como lo haría con su hombre, en paralelo con ella a lo largo del camino.
Sus ojos eran de tierra y el olor del mar, tenía la dulzura de un niño y la fuerza de ese niño se ha convertido en un adulto.
Y él le dijo a su vez todos los caminos en busca de él, porque él se había sentido cada vez mayor dentro de su corazón.
Y él había acunado todos los días, mantuvo cerca de su pecho cada vez que tronaba el cielo, de día y de noche.
Y ahora él la miró, con los ojos en el suelo, trató de colocar instintivamente los dedos delgados en el rostro de porcelana, esperando que no se vendría abajo como una ola es, inevitablemente, en su banchigia.
No está roto, pero le sonrió, sonrió al imaginar todo el tiempo dedicado a buscar.
Entonces, él se movió y murmuró: - No vivo para ti ...
Ella bajó los ojos, y dijo: La voz es el color que me había asignado ...
Un color que cambia, cambia con las estaciones del año .. de naranja a rojo sangre y duele, humilla, devora ... y, finalmente, se vuelve gris.
Hay quienes ama tal fin, deben, porque frágil, no te hacen sobrevivir el día ... Me quedo, sin embargo, en la piel, cicatrices como tatuajes, y nuestros pasos, mío y tuyo, mañana habrá desaparecido entre la multitud, la misma en la que nos encontramos, y que, después tú y yo, que estábamos ahora nunca seremos los mismos" ... FF

martedì 18 settembre 2012

Lo aspettavate ed è arrivato: il Cigno Rosso feat R.B. ne L'attesa



Con le straordinarie opere pittoriche di Vincenzo Conciatori
e le musiche di Roberto Beldomenico

L'attesa
tratto da 
   Il canto del Cigno Rosso
   Rupe Mutevole Edizioni

giovedì 13 settembre 2012

Una stupenda opportunità...

.. se tu mi ami ancora
con quell'aria stanca e assente,
io torno a cullarti sul mio petto.
A prometterti il nostro cileo e tutta la terra,
le mie sole ali per entrambi i nostri corpi.
I nostri corpi che riposeranno dentro a d un unico sole,
e torneremo a fare di quella stella laggiù
il nostro antico giaciglio....F.F.


 Importantissima comunicazione di servizio...

La poetessa dell'amore impossibile, ovvero il cigno rosso, avvia nuove entusiasmanti selezioni su 

L'Amore delle panchine vuote....perchè l'amore vero non conosce ostacoli...
Per invio materiali: ilcantodelcignorosso@gmail.com F.F.

venerdì 24 agosto 2012

lunedì 20 agosto 2012

Il Cigno Rosso feat Roberto Beldomenico

Una nuova collaborazione per il Cigno Rosso...


 

Arte: esprimere, conoscere, rinascere. R.B.

 

sabato 18 agosto 2012

Vedi , amore.

Vedi, amore.

Vedi, amore, io e te siamo la stessa cosa:
siamo la dolcezza della follia
che sussurra agli alberi di ammantarci,
per riparare da sguardi indiscreti
l'ossessione delle tue braccia sul mio collo,
delle tue labbra sulla mia fronte ampia,
in cui ti piace spaziare,
per ritrovare il sentiero di pensieri
che hai smarrito.
Tu ed io, siamo la forza di un fiume in piena,
che arriva ad abbeverare la terra siccitosa.
Siamo luna e sole,
che si eclissano nel cielo.
Siamo tutto questo e molto altro ancora, amore.
Tranne che felici,
perchè siamo ancora lontani.

F.F.

Mi hanno regalato una video- poesia per L'Attesa...

Iniziamo la giornata postando un video che mi è staro regalato da un dolcissimo fan padovano, per la mia poesia L'attesa, da Il Canto del Cigno Rosso, appunto.
Un grazie di vero cuore, Luca, T.
Hai colto con grande finezza il mio messaggio d'amore... F.F.

lunedì 13 agosto 2012

L'amore delle panchine vuote...


L'amore delle panchine vuote: una nuova frontiera per il cigno rosso...F.F.

domenica 15 luglio 2012

Una nuova rubrica per il cigno rosso: la frontiera di webspotquotidiano.it

Tutto il suo modo di percepire  e raccontare la cultura ovvero  la letteratura italiana
Il Canto del Cigno Rosso è la rubrica di Federica Ferretti. 
All'interno, ogni settimana, troverete inglobato un  romanzo on-line, un nuovo modo di comunicare, una short-story
che viene  costruita  di setttimana in settimana attraverso gli "stati" di uno dei social network più in voga. Si appresta così a diventare la  nuova era della letteratura digitale, riscuotendo sin dagli esordi, enorme successo di critica e pubblico.
Ogni settimana, il cigno rosso scriverà per voi, ma potete seguirne gli sviluppi quotidiani su https://www.facebook.com/federica.ferretti.cignorosso.
Lunedì  iniziamo con "La voce": una storia a metà tra il reale ed il sogno, un non luogo d'amore incantato che vi conquisterà...restate con noi: a breve, su questo portale...

lunedì 9 luglio 2012

Una Serata Indimenticabile: la Festa dell'Estate dei Lions,distretto di Ancona Host, ospite della speciale Francesca Lovatelli Caetani

Un grazie di vero cuore a Francesca Lovatelli Caetani per averci regalato una serata di così Intense Emozioni...mi ha resa ospite d'onore ad Ancona, durante la Festa dell'Estate dei Lions Ancona Host, il 6 luglio 2012, con la scrittrice nonchè sorella di penna e di emozioni Eleonora Giovannini...una serata in cui ha presentato i miei libri tra le letture più cool della magnifica stagione che ci apprestiamo a vivere,oltre ai nostri futuri progetti...una serata che rimarrà per sempre impressa nei nostri cuori...F.F.


Ho sognato ancora la tua bocca.
Il sapore delle tue labbra
è quello della rugiada
che fa l'amore sul petalo della rosa,
e poi scompare nel ricordo dell'erba umida.
Ma non ricordi?
Ci siamo baciati di già mille volte da lontano
con la triste speranza di un incontro insaziabile.
Allora, tu mi guarderai
legato al tuo passato
mentre io abbraccerò il sole neonato.
Se un giorno busserai alla mia porta, però,
io ti racconterò di quante volte
hai già dormito serenamente
tra le mie candide braccia d'oriente.F.F.

martedì 26 giugno 2012

Tra le prestigiose segnalazioni delle Tre Stelle...

http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2012/06/20/news/un-antologia-dedicata-a-tre-scrittrici-teramane-1.5293775

Una fiaba del cigno rosso...

 
 
 
 
 

Noi siamo anima...

Noi siamo anima.
Lo siamo sempre stati.
Tu la mia, io la tua.
Lasciarci andare, ha solo amplificato l'eco di parole che non passano, non si dimenticano, si rialimentano.
Possiamo ancora concederci quella possibilità?
Sì, quando ci incontreremo e tu mi riconoscerai a tua volta. Ti ho visto di già chedermi, come in una specie di premonizione, ma semplicemente, senza orpelli, senza nessun'altra magia che il suono della tua voce, com'è stata tutta la tua assenza dalla mia vita...F.F.

lunedì 18 giugno 2012

Gli amanti perfetti.

Se solo potessi immergerti nella nebbia dei mie pensieri,
dove il fuoco non si dirada.
Dove l'acqua non si asciuga.
Dove io custodisco il mio amore per te.
Allora, smetteresti di rifugiarti dentro al mondo,
alla vacuità delle cose terrene.
Allora, io ti apparterrei veramente, anche ad anni luce di distanza.
Allora, saremmo gli amanti perfetti, quelli che non fanno rumore tra la sabbia del deserto, nè tra l'erba dietro al canneto.
Allora, avresti costruito il nostro antro prediletto,
quello dentro cui le stagioni svaniscono ed il tempo si accartoccia.
Quello dell'estasi senza stanchezza.
Quello dell'incontaminata purezza.
Quello della giornata che deve ancora nascere,
che tu devi ancora immaginare.
Quello del profumo d'Africa che si intinge nel miele.
Quello colorato dei miei occhi dentro ai tuoi che sanno di sole.
F.F.

giovedì 7 giugno 2012

Un omaggio della poetessa Eleonora Giovannini al Cigno rosso...



La mia sorella di penna e di emozioni  Eleonora Giovannini, mi ha omaggiato in modo strabiliante, con un video di infinita dolcezza, che illustra la poesia "Sento che un giorno": ha colto lo struggente dolore annidato in quei versi di un amore capace di sopravvere oltre la morte...
Ed io la ringrazio pubblicamente con un pianto di commossa amicizia. F.F.

domenica 3 giugno 2012

Un omaggio del cigno rosso al prestigioso RCM...

http://www.romacapitalemagazine.it/index.php?option=com_content&view=article&id=485%3Ail-tempo-dei-poeti&catid=73&Itemid=257

Una mia poesia malinconica.

Non so più parlarti d'amore,
ho esaurito il mio vocabolario di carezze e illusioni,
e tenerezza e ingenuitià
e sospiri di neve profumata alla rosa,
poichè tu non mi ascolti più,
e forse mai più mi ascolterai...
Accecato dal mondo,
guardi più lontano del tuo presente,
a metà strada tra lo sfinimento della gelosia
e l'imbarbarimento del dolore che essa comporta...
Ma non ti avvedi che io mi strazio per te,
della tua medesima angoscia?
...o uomo di poca fede,
uomo abbarbicato all'orgoglio,
non ti accorgi che
l'orgoglio virile che pretende un amore unico,
il quale non riesci a credere di possedere da sempre,
ti separa dal tuo futuro,
dalla bellezza delle mie mani
che scrivono solo per te,
del colore dei tuoi occhi.
Allora, ti lascio libero di girare a vuoto
per quel mondo
che ti aizza e ti ferise e ti pugnala,
solo perchè non mi vuoi ascoltare,
ma io non ti tradisco e continuo
a scrivere del colore dei nostri occhi. F.F.

lunedì 28 maggio 2012

I poeti si amano...

...i poeti si amano con teneri baci sulla fronte,
stampati in mezzo a quegli stessi pensieri che li eleggono
al di sopra degli uomini,
ma li condannano per sempre
come mezzi diavoli e mezzi angeli,
a cui tocca salvarsi a vicenda.
E poi, quando la vita li separa sulla via,
non smettono di cammniarsi affianco,
si cercano ovunque,
dentro ad ogni anima, dentro ad ogni vicolo...
senza mai smettere di mormorarsi
il loro reciproco amore,
tra la folla di uomini ignari di avere accanto
simili preziose creature...
condannate all'amore eterno. F.F.

domenica 27 maggio 2012

Obsession.


...le altre ossessioni, ti ruberanno l'anima.
Ma la mia, quella della mia voce, del mio corpo, dei miei occhi, ti ha già condannato
alla feroce solitudine delle tue notti
senza pace, senza sonno:
senza alito di vento. F.F.

Il blog del cigno rosso è lieto di ospitare un carissimo amico dal talento inusuale.


Messaggio di Lucio Lai.


Salute.

Il prossimo passo non corrisponde al progetto annunciato ma ad uno intermedio e funzionale.

Quello che propongo e voglio è “RendezVous art Exchange” su issuu.
Per chi non conoscesse segnalo un link esemplificatore di che cosa si intende una pubblicazione su issuu: http://issuu.com/silviab/docs/mpcaprile2011.

Ho scelto tale rivista perché ha rappresentato la mia prima esperienza del genere e sfogliando potrete avere le prove.

La prima cosa che chiedo è il vostro permesso “formale”, rispondendo a questo messaggio in privato, di pubblicare su tale sito. Il tempo per la risposta è fino a Domenica 3 Giugno, in mattinata preferibilmente.

Come sarà il numero “Zero” di “RendezVous art Exchange”.

Per la prima pubblicazione ho pensato a:
-una presentazione del progetto generale di LLhOmeGallery:
            https://www.facebook.com/luciolaihomegallery/photos;

-l’annuncio del progetto “Intra Landoj”;
-un percorso da me scelto tra le opere pubblicate sulla Pagina (chiederò ulteriori informazioni all'autrice/ore dell'opera in atto);
-una presentazione del fondatore;
-un appuntamento fisso mensile in cui la lente d’ingrandimento viene posta su un’ autrice o
 autore della pagina.
-"I maestri naturali" ovvero spazio fisso su quelle figure che qualche verso rappresentano naturalmente dei maestri... Accetto volentieri la collaborazione immediata per tale Articolo.

-Non sarà un numero pesante per numero di pagine.

Riconosco che nel numero "Zero" la mia mano sia dominante:
-non voglio appesantire adesso nessuno ma suggerire un libero sfogliare;
-chi avesse voglia di suggerire o collaborare attivamente può farlo benissimo.

La seconda cosa che chiedo, a vostra sensibilità, a seguito del “Si”, sono 2 righe due… (circa) su ciò che volete che il pubblico sappia di voi. (es: Nota Bio, motto…)

Ricordo che potete invitare sulla Pagina e non solo inerenti alla Fotografia e Pittura ma autori che operano con le Parole, con Dimensioni, Immagini in movimento, Corpi in movimento,… e Artigiani, Medici, Pizzicagnoli…, Musici, Cantori…

Rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Vostro Ospite

-lu


Contatti:





Ti scrivo.

Ti scrivo.
Forse non dovrei. Non più almeno, dopo anni passati a cercarti, inutilmente, e a rifiutare ciò che non mi bastava ancora.
Io sono ora quanto di più lontano può appartenerti nelle tue lunghe notti estive.
Tra la calura della pelle ed il freddo dentro.
Di un'incertezza, inconsapevolezza, diciò che per me tu sei davvero.
Io ti vedo, lì, buttato a pensarmi, come io ti penso, ma senza saperlo.
I tuoi occhi sono tristi. Sono vuoti. Sono miei.
Ed io li amo.
Annego nelle striature di terra, la nostra, della tua iride che mi riveste a festa e mi agghinda di fiori e foglie.
Io sono una fata, e poi demoniaca ancella del tuo bosco ormai incolto.
Io sono la loro padrona e la loro serva perchè tu non mi salvi dal loro dolore.
Eppure ti amo.
In silenzio ti adoro.
Adoro ancor più il ricordo di te nel tuo vestito nero lucido, il tuo portamento regale, le spalle forti di uomo che divide com me le mie radici d'amore.
E prego per la tua redenzione.
Io prego che tu mi possa vedere.
Perchè io sono al tuo fianco, mentre avanzi nel tuo portamento regale, vetito di un abbaglante colore che lucida i miei occhi.
Sono al tuo fianco anche ora.
Mentre ti alzi seminudo e ti avvicini alla finestra.
Guardi troppo lontano. Piuttosto che rispecchiarti nei tuoi occhi.
Mi vedresti mentre li amo.
Ed annego nel muschiato dell'iride che mi riveste a festa, sempre inconsapevole.
Io ti guardo e ti prego di specchiarti.
Io sono nei tuoi occhi.
Vi dimoro come ancella di un bosco che ha smesso di essere incolto.
Io lo abito e lo coltivo.
Tenero uomo di disperata fattura, svegliati.
Risvegliati alla bellezza del nostro mondo.
Inchinati alla bellezza del nostro amore.
E servimi.
Io ti sto già servendo.
Sono schiava del tuo dolore che è sacro alla bocca degli dei.
F.F, colei che ti ama.

Treno, amore mio...